L’umanizzazione delle cure per noi è fondamentale.
La nostra Équipe medica altamente formata e specializzata mette il paziente al centro del percorso di cura, con una presa in carico globale ed integrata per riconoscere tutti i suoi bisogni.

Un centro medico polispecialistico

L’Ambulatorio nasce come servizio della Cooperativa Sociale Saba nel 2015 a Genova in Valpolcevera nella zona di Morego-San Quirico (sulla sponda opposta del fiume rispetto al centro commerciale Coop L’Aquilone).

Inizialmente l’Ambulatorio si è proposto come centro per il recupero e la riabilitazione funzionale, attività per cui è presente un’area palestra dedicata con attrezzature e macchinari specifici e la possibilità di noleggio di apparecchi fisioterapici portatili per proseguire il percorso anche al proprio domicilio per ridurre i tempi della guarigione.

Con gli anni si sono poi affiancate altre numerose specialità mediche con il fine di poter seguire a 360° i nostri utenti.

Gli spazi

L’ambulatorio è stato recentemente ristrutturato e tutti i locali sono adeguatamente dimensionati per le attività proposte. I locali si presentano senza barriere architettoniche: i luoghi delle terapie, i servizi igienici e gli arredi fissi e mobili sono stati pensati in modo che possano essere completamente e liberamente fruibili da persone con ridotta o assente autonomia motoria.

Per gli utenti con difficoltà di movimento o in carrozzina è possibile accedere alla struttura attraverso un ascensore e usufruire del parcheggio (previo accordo con la struttura per agevolare le operazioni).

Tutti gli impianti e le attrezzature sono a norma di legge e vengono periodicamente rivalutati da un punto di vista dell’efficienza e della normativa vigente.

Misure di sicurezza Anti Covid-19

L’Ambulatorio Morego rispetta tutte le norme igienico-sanitarie in materia di prevenzione e contenimento dell’emergenza sanitaria Covid-19.

Per tutelare la salute e la sicurezza dei pazienti dal possibile contagio e garantire la salubrità dell’ambiente di lavoro, al fine di ridurre le possibilità di contatto, l’accesso alla struttura da parte dell’utenza è regolato attraverso l’individuazione di nuove procedure di ingresso, transito e uscita, mediante modalità, percorsi e tempistiche predefinite.
In particolare si invitano tutte le persone o i pazienti afferenti alla struttura a presentarsi indossando una MASCHERINA CHIRURGICA e adottando tutte le precauzioni igieniche. In particolare, all’ingresso della struttaura è a disposizione un Dispenser di gel disinfettante, che dovrà essere utilizzato prima di accedere al banco accettazione. All’ingresso verrà rilevata la temperatura corporea.
L’accesso sarà consentito solo a persone apiretiche.
Il banco accettazione è stato modificato posizionando una struttura di plexiglass protettiva per la sicurezza dei pazienti e del personale addetto durante la procedura di accettazione/pagamento.
In tutti gli ambulatori il personale medico, tecnico è dotato delle mascherine e di altri dispositivi di protezione.
Viene garantita la pulizia e la sanificazione delle sale di attesa, delle apparecchiature, tastiere pc, schermi mouse etc, con adeguati detergenti.
Gli appuntamenti sono distanziati opportunamente con l’obiettivo di impedire la sovrapposizione e l’affollamento dei pazienti nelle sale d’attesa, mantenendo così distanze di sicurezza.